Collaborazioni2018-04-04T18:35:05+00:00

Approccio integrato Psicoterapia e Psicomotricità: aspetti salienti

 

Secondo il mio parere professionale la psicomotricità relazionale va integrata al percorso psicoterapico soprattutto laddove non sia possibile accedere in toto al cambiamento del paziente con il solo uso del linguaggio. Alcune problematiche infantili rendono la psicoterapia uno strumento incompleto al fine di promuovere il globale cambiamento. Si pensi a quelle situazioni in cui le emozioni sono talmente coartate da non esser espresse se non con i comportamenti, il più delle volte definiti inadeguati o devianti. Il mentale, ovvero il piano cognitivo, occupa anche lo spazio emotivo, come difesa. In questi casi utilizzare la psicomotricità relazionale a supporto della psicoterapia è di fondamentale importanza al fine di sbloccare tutte quelle situazioni dove il mentale viene inconsapevolmente usato a scudo delle emozioni. La psicomotricità, con i suoi giochi simbolici e con alcune regole che impongono al mentale di rimanere in stanby, favorisce il ripristino dello sviluppo armonico e sano nel bambino perché utilizza la mediazione del corpo e del movimento aggirando tutte le difese messe in campo dal piano cognitivo.

 

Dott.ssa Michela Elisa Dall’Olio

Studi: Via Usodimare 8 Verona e Via Gobetti 27 Bologna

michela.dallolio@gmail.com

366-2652409